Free CSS Templates

Formula E scalda i motori per l’E-Prix di Roma

Sarà il week end del 13/14 aprile ad ospitare il secondo E-Prix di Roma

Post Image


Lo scorso anno è stato un grande successo organizzativo e di pubblico. Quest’anno sarà un gran premio ancora più spettacolare in quanto l’aumentata potenza dei motori elettrici permetterà di completare la distanza di gara senza bisogno di cambiare monoposto a metà gara. Le vetture Gen2, oltre a rappresentare una sfida dal punto di vista sportivo, sono un punto a favore contro la crisi ambientale dovuta all’inquinamento atmosferico. «Con la rivoluzionaria monoposto Gen2 vogliamo consolidare l’identità della Formula E come il campionato più rilevante per l’industria automobilistica e dimostrare l’avanzamento della tecnologia elettrica» ha affermato con orgoglio Alejandro Agag, Fondatore e Ceo Formula E.
Privilegiato anche il lato spettacolare: potenziati i kilowatt, da 180 a 200 in gara (equivalenti a 270 cavalli circa) e in qualifica da 200 a 250 (circa 340 cavalli) e aggiunto l’Attack mode, che prevede il passaggio dei piloti su una specifica traiettoria per un determinato numero di volte, con una potenza maggiore, ma con indicazioni sull’utilizzo comunicate solo sessanta minuti prima della sfida.
Post Image
Per gli appassionati sarà presente l’Allianz E-Village, la zona immersiva dedicata all’innovazione, all’esplorazione e all’intrattenimento, in cui avvicinarsi all’azione e conoscere meglio il mondo del campionato ABB FIA Formula E nel Formula E World, incontrare i piloti e sfidarli nella E-Race presso la Gaming Zone o partecipare alle celebrazioni per lo champagne e il selfie alla cerimonia del podio, assistere a esibizioni dal vivo, scoprire le nuove tecnologie nell’Allianz Explorer Zone, far divertire i più piccoli nella Kids Zone, lasciarsi ispirare nell’Inspire Zone o gustare delle prelibatezze alimentari nella Taste Zone.
Quest’anno si preannuncia un tutto esaurito e un’atmosfera decisamente più calda del pubblico, in meno di tre ore sono andati esauriti i 15.000 tagliandi gratuiti per i posti prato.
Il percorso è lo stesso dello stesso anno, lungo 2,85 km, è posizionato in via Cristoforo Colombo, nel quartiere Eur, da rifare per 21 giri. Poco dopo, le monoposto imboccano piazza Guglielmo Marconi per poi affrontare una prima curva secca verso sinistra. Arriva quindi un’altra svolta piuttosto “tranchant”, a 90 gradi, che porta le vetture fra il palazzo della Scienza Universale e la Nuvola di Fuksas. Un tratto misto unisce questa zona con l'area del palazzo dei Congressi, dove si trovano la pit-lane e la linea del traguardo che è quindi differente da quella di partenza. Successivamente, le monoposto affronteranno la parte più veloce del tracciato che passa per viale dell'Arte e per viale dell'Artigianato, gira a 90 gradi verso sinistra e prosegue, dopo un breve rettilineo su via delle Tre Fontane, con un curvone in salita a destra su viale dell'Agricoltura e via Ciro il Grande. Con una svolta secca verso sinistra, lasciando alle spalle il palazzo della Civiltà del Lavoro lungo l'omonimo viale, il tracciato imbocca nuovamente la Cristoforo Colombo che viene conduce a destra. Ultimi metri con una variante che scorre a fianco dell'obelisco di piazza Guglielmo Marconi e si torna al via. Ventuno curve in totale in grado di unire guida tecnica e parti più veloci per il secondo tracciato più lungo del calendario di Formula E 2018-2019.
Formula e E-prix Roma 2019
Post Image